Coppia che dorme beatamente dopo aver capito come smettere di russare

Come smettere di russare? Come si affronta il problema?


Riuscire a smettere di russare non è impossibile, ma necessita impegno e attenzione.
Come per tutte le cose, bisogna dedicargli la giusta importanza, cercando di capire cosa provoca il disturbo e in che modo eliminarlo.

Il russare può provocare problemi alla persona che ti dorme accanto, fastidi che nel lungo periodo potrebbero portarla involontariamente ad allontanarsi da te.

Spesso, il russare può rappresentare un importante segno di avvertimento. Il tuo corpo ti avvisa che qualcosa non va, che qualcosa ha bisogno della tua attenzione immediata.

Per eliminare qualsiasi dubbio, vediamo insieme quali sono le principali cause che ci spingono a russare e le tecniche per imparare a smettere.

Perché si russa durante il sonno?

Non sempre si riesce a rispondere a questa domanda.
Nei casi più banali, quelli occasionali, il russare è legato a un semplice raffreddore che ostruisce le vie respiratorie e non ci consente di far passare bene l’aria attraverso il naso.

Nei casi più gravi, che presentano un russare continuo e abbastanza rumoroso, il problema potrebbe essere legato alle seguenti cause:

  • Tabagismo
  • Consumo eccessivo di alcool
  • Obesità e conseguente deposito di grasso intorno al collo
  • Utilizzo eccessivo di farmaci ad azione sedante
  • Deviazione del setto nasale
  • Accumulo di secrezioni nelle vie respiratorie
  • Adenoidi e tonsille ingrossate

Problemi fisici che impediscono di smettere di russare richiedono sicuramente un controllo approfondito da parte di una figura competente. Perciò, se il disturbo persiste o peggiora, informa il tuo medico e assicurati di fare i dovuti esami.

Qual è la posizione migliore per smettere di russare?

La posizione peggiore per chi tende a russare durante la notte è il restare supini, poggiando la schiena sul materasso.

È sempre consigliabile non dormire in questa specifica posizione e, al contrario, stendersi di fianco con un cuscino poggiato dietro la schiena per evitare di ricadere all’indietro. In questo modo riuscirete a tenere la bocca completamente chiusa, evitando che l’aria fuoriesca sotto forma di russare.

Un’altra posizione utile, che si può assumere direttamente da girati, consiste nell’appoggiare un secondo cuscino sotto il mento, oppure utilizzare la mano come sostegno.
Lo scopo è quello di far sì che il collo riceva un aiuto in più, sostenendo meglio il peso e riducendo le possibilità di produrre il fastidioso suono del russare.

Infine, l’ultima posizione che ti proponiamo prevede l’uso di un cuscino, sistemato sotto il collo. La testa risulterà così più rialzata, riuscendo a diminuire la congestione nasale.
Tuttavia, si tratta di una posizione non troppo comoda, che a lungo andare potrebbe darti fastidio e farti spostare, ricominciando a russare.

Come riuscire a dormire con qualcuno che russa?

Il rumore prodotto da chi russa può essere davvero fastidioso, spingendoci quasi ad abbandonare il letto. Eppure non è sempre necessario; esistono dei metodi semplici che permettono a chi è vicino a un soggetto “rumoroso” di continuare ugualmente a dormire.

Il primo consiglio è quello di utilizzare dei tappi per la notte. Inizialmente potrebbero risultare fastidiosi, ma dopo una notte ti sarai abituato e li ringrazierai per averti impedito di impazzire!

Altrimenti, se non sopporti la sensazione di “orecchie tappate” puoi provare a richiamare l’attenzione di chi russa e fargli assumere una delle posizioni che abbiamo elencato sopra, così il rumore si ridurrà e potrai ricominciare a goderti il sonno.

Infine, se nessuno di questi metodi funziona, un’idea è quella di ritornare al buon vecchio cuscino poggiato sull’orecchio. I metodi tradizionali sono sempre i migliori in questi casi.

Il russare può rovinare una relazione?

È giusto chiedersi fino a che punto il russare possa rovinare una relazione.

Nonostante sia una problematica fondamentalmente staccata dalla persona in sé, che non ne è direttamente responsabile e non può interromperla istantaneamente, il cattivo riposo potrebbe inasprire i rapporti di coppia.

Ciò che conta davvero è la vostra attitudine relazionale, ovvero che tipo di comportamento tenete l’uno con l’altro e quanta importanza date ad argomenti come il “russare”.

In amore è possibile superare qualsiasi cosa, anche il rumore di notte, ma lo si fa solo parlando e comunicando apertamente.

Se credi che il russare del tuo partner stia diventando un problema, diglielo. Potreste provare a risolvere la situazione insieme, oppure vedere uno specialista in grado di indirizzarvi nel modo giusto.

Se hai dei dubbi, prova a leggere il nostro articolo su come migliorare la comunicazione in una relazione, potrebbe tornarti molto utile.

Come affrontare le lamentele sul tuo russare

Le critiche costruttive servono a migliorarsi, aggiustando il tiro e limando alcuni aspetti di noi stessi che procurano fastidio agli altri.

Le lamentale sul tuo russare rientrano nella categoria delle critiche costruttive, soprattutto se chi te le rivolge è il tuo partner.

Non offenderti ma, al contrario, impara a lavorare sulla cosa e cerca il motivo scatenante. Smettere di russare potrebbe migliorare il rapporto di coppia e aiutarti a godere meglio della tua relazione sentimentale.

Cosa non mangiare per smettere di russare?

La lista dei cibi da non mangiare per smettere di russare può sembrare abbastanza lunga, soprattutto se si è abituati ad un’alimentazione “scorretta”.

Per prima cosa, è fondamentale ridurre al minimo il consumo di alcool e cibi troppo grassi – specialmente i fritti – evitando di mangiarli prima di andare a letto.

In caso di obesità, potrebbe essere utile iniziare a pensare a una dieta con basso contenuto di carboidrati, riducendo le porzioni di pasta e pane.
Evita gli insaccati, i salumi, i formaggi grassi e le carni con elevato contenuto di grasso. La tua alimentazione deve puntare a un unico obiettivo: diventare salutare.

Se il tuo corpo è in salute, allora anche il russare potrebbe smettere di manifestarsi.

Inoltre, ricordati di evitare le bevande gassate, i cibi spazzatura e tutto il fast food in generale. Non ti aiuta a risolvere il problema del russare ma rischia addirittura di peggiorarlo. Come regola generale che vince sempre, non solo per questo problema, è consigliabile prendersi cura di se stessi e della propria salute in ogni momento della vita.

Quale tipo di materasso previene meglio il russare?

Innanzi tutto è importante specificare che un materasso non può essere l’unica causa del russare, ma può sicuramente aggravare il problema. Se il materasso non offre un supporto adeguato a mantenere un allineamento neutro tra il corpo e il collo, può rendere più difficile mantenere aperte le vie respiratorie.

I materassi in lattice e memory foam sono due dei migliori tipi di materassi per alleviare il problema. Questi tipi di materassi forniscono infatti un buon supporto per il corpo, in particolare per la schiena e per il collo. Questo ti aiuta a rimanere comodo, riducendo la necessità di cambiare posizione durante il sonno. In questo modo la respirazione è facilitata e il flusso d’aria attraverso la bocca e il naso viene agevolato, riducendo le possibilità di russare.

I materassi a molle non sono ideali perché già dopo pochi anni non riescono a offrire lo stesso supporto. Ciò è dovuto dalle molle che perdono la loro tensione in modo non uniforme o dal loro cedimento. Questa mancanza di supporto adeguato alla lunga può portare anche a mal di schiena e problemi articolari.

Quali esercizi fisici possono farti smettere di russare?

L’esercizio fisico in generale può ridurre il russare, anche se non porta alla perdita di peso. Questo perché quando si tonificano vari muscoli del corpo, anche i muscoli della gola si rafforzano di conseguenza, il che a sua volta può portare a russare meno.

Per gli esercizi specifici che riguardano i muscoli della bocca e della gola è stato realizzato un vero e proprio studio. L’American College of Chest Physichians ha realizzato un’attenta analisi, riportandone i risultati in: “Effects of oropharyngeal exercises on snoring: a randomized trial” (Effetti degli esercizi orofaringei sul russare: uno studio randomizzato).

Gli esercizi che devono essere realizzati utilizzano esclusivamente la bocca e la lingua, puntando direttamente alla radice del problema. Eccoli:

  1. Spingere la punta della lingua contro il palato e poi farla scorrere all’indietro (ripetere 20 volte)
  2. Risucchiare la lingua contro il palato provando a comprimerla completamente (ripetere 20 volte)
  3. Spingere la parte posteriore della lingua contro la mascella inferiore, mantenendo la punta a contatto con i denti (ripetere 20 volte)
  4. Aprire la bocca come se volessimo pronunciare la vocale A (ripetere 20 volte)
  5. Portarsi un dito in bocca, spingere la guancia verso l’esterno (ripetere 10 volte)
  6. Masticare e deglutire alternativamente facendo toccare il palato alla lingua

Esistono dei prodotti per smettere di russare?

Il mercato propone alcuni interessanti prodotti che aiutano a smettere di russare, o quantomeno ne riducono la frequenza. Ricordati che tutto dipende dalla causa scatenante; se è di carattere medico, ti servirà comunque l’intervento di un dottore.

Rimedi Naturali

Tra i rimedi naturali sono particolarmente consigliate le tisane con estratto di valeriana, che hanno lo scopo di migliorare la qualità del sonno e spingerci verso una respirazione più profonda.

Altrimenti, sono molto utili anche gli oli essenziali. Se annusati prima di andare a letto, aiutano a sfiammare le mucose e sciogliere il muco che ostruisce le vie respiratorie.

Prodotti

Se i rimedi naturali non arrivano ai risultati sperati, puoi provare altri oggetti che sono stati realizzati appositamente per ridurre il russare.

Innanzitutto, ti consigliamo i cerotti nasali. Questo tipo di prodotto è adatto a chi ha problemi con la respirazione, poiché aiuta le vie aeree ostruite a liberarsi e far passare meglio l’aria.

Oppure, potresti provare il dilatatore nasale antirussamento. Tantissimi consumatori hanno apprezzato questo speciale strumento, che allarga leggermente lo spazio delle narici e permette all’aria di passare più liberamente.

In questo modo, si allontana chi lo usa dalla cattiva abitudine di respirare con la bocca, bloccando il russare sul nascere.

Conclusioni

Attraverso questo interessante excursus sulle cause e le conseguenze del russare, speriamo di averti aiutato a risolvere il tuo problema con il “rumore notturno più fastidioso in assoluto”.

A prescindere che sia tu o il tuo partner a russare, ci auguriamo che uno dei nostri metodi ti permetta di risolvere definitivamente la situazione.

Raccontaci la tua esperienza nei commenti. Qual è stata la notte peggiore? Sei riuscito a dormire oppure hai dovuto rimediare sul divano?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Torna su