Come rendere la lettura un'abitudine

Come rendere la lettura un’abitudine


Quante volte ti sei detto che vorresti leggere di più, magari rendere la lettura un’abitudine permanente e soprattutto, costante?

Molti pensano che leggere sia un’azione semplice, che non necessita di chissà quali capacità, ma non è propriamente così. Non tutti sono propensi alla lettura e se proprio non amano i libri è importante non forzarli o si andrebbe a innescare un’antipatia difficile da sradicare.

Se si è appassionati e costanti lettori tutto viene molto più automatico. Leggere diventa un’azione quotidiana quasi irrinunciabile e pensare di non potersi gustare il proprio libro del momento fa quasi venire un malessere fisico.

E se invece si ama la lettura ma si è poco costanti? Tenendo conto che già c’è di base la propensione verso i libri, non ti servirà altro che seguire alcuni piccoli consigli che ti consentiranno di far diventare la lettura una sana abitudine che, dopo un po’ di tempo, sarà talmente radicata da essere una parte importante della tua quotidianità.

Perché la lettura è importante?

La lettura viene vista dai più come un mero passatempo, in realtà porta diversi benefici da non sottovalutare.

Prima di tutto stimola la mente e la tiene costantemente in allenamento e aiuta a prevenire lo sviluppo di demenza senile o malattie come, per esempio, l’Alzheimer.

Amplifica il tuo vocabolario e le tue conoscenze sia grammaticali che culturali, cosa assolutamente da non sottovalutare visto che può tornare utile non solo nella vita di tutti i giorni ma anche sul lavoro.

Migliora la concentrazione e la memoria e, cosa molto importante, sviluppa la capacità di ragionamento e analisi. Un libro consente di rapportarsi con la propria parte critica che potrà essere sfruttata anche in altri ambiti.

I libri aiutano a conoscere meglio sé stessi e a migliorarsi come persone. Leggere è inoltre uno dei modi migliori per capire come poter abbandonare la nostra zona di comfort e ispirarci per grandi imprese.

Ultimo beneficio, ma non per questo meno importante, riduce lo stress. Quando sei arrabbiato o triste, leggi qualche pagina del tuo libro preferito e noterai come, concentrandoti sulla storia e sulle parole, la negatività andrà lentamente a scemare.

Scegli i libri giusti

Potrai metterci tutta la buona volontà del mondo ma con il libro sbagliato, leggere diventerà più una noia che altro.

Voler intraprendere una buona abitudine come la lettura deve partire proprio dal protagonista, ovvero il libro. Non tutti i libri risulteranno adatti a te visto che sono soggettivi, e solo alcuni stimoleranno realmente il tuo interesse.

Tenta di scoprire qual è il genere che più ti è congeniale, cerca di capire se sei in grado di leggere libri di una qualsiasi lunghezza o se i classici “mattoni” dopo un po’ ti fanno desistere. Vai per tentativi insomma.

Una volta imparato quali sono i libri a te più affini, ti verrà semplice e automatico scegliere quelli che ti porteranno a leggere con gusto.

Trova il soggetto giusto

Quando si trova la trama, o più in generale, la storia giusta, leggere diventa tanto semplice quanto respirare.

Non è una cosa semplice trovare il soggetto giusto, anche qui bisogna andare quasi a occhi chiusi visto che un libro, per quanto possa avere avuto successo, non è detto che ti possa piacere.

Un consiglio che ti possiamo dare è di recarti in libreria e, di buona lena, andare a scovare il libro adatto a te. Lasciati attrarre dal titolo o, persino, dalla copertina, talvolta è proprio dietro a queste piccole cose che si scoprono dei piccoli gioielli della lettura.

Non solo nelle librerie ma anche in biblioteca oppure nei blog di lettura potrai trovare consigli e trame che ti aiuteranno nell’acquisto di qualche libro.

Ricordati, inoltre, che non è solo il soggetto a essere importante ma anche il genere. Ci sono delle categorie di libri che, automaticamente, ti stimoleranno la curiosità e il nostro consiglio è di puntare soprattutto su quelli, pur non disdegnando, ogni tanto, a provarne anche altri.

Seleziona l’autore giusto

Una volta scoperto il tuo genere preferito, ti sarà ancora più facile trovare l’autore che fa al caso tuo.

La maggior parte degli scrittori si cimentano, per tutta la vita, in un solo genere e se riesci a trovare il libro giusto dell’autore giusto, le altre sue pubblicazioni diventeranno automaticamente una garanzia.

Di questo autore acquisterai praticamente tutto a occhi chiusi perché già saprai, al momento dell’uscita, che nulla di ciò che scrive potrà deluderti e, anzi, non vedrai l’ora di isolarti, finalmente, dal mondo per poter divorare il suo nuovo romanzo.

Trovare uno scrittore preferito, che soprattutto pubblica con costanza, è una vera fortuna!

Limita le distrazioni

Sai qual è il nemico numero uno della lettura e, in generale, di una qualsiasi attività che necessiti di concentrazione? Lo smartphone. Ebbene si, i cellulari sono considerati delle vere e proprie trappole di distrazione e la cosa peggiore è che neppure ce ne rendiamo più conto talmente siamo abituati ad averli in mano ogni momento.

A tal proposito vogliamo consigliarti un piccolo trucchetto per non venire costantemente deconcentrati dal telefono. In commercio vi sono dei contenitori provvisti di timer dove poter inserire il proprio cellulare. Basterà impostare un tempo prestabilito, per esempio di 30 minuti, e la scatola si chiuderà ermeticamente fino al suo scadere. Il telefono non potrà essere quindi usato lasciandoti tutto il tempo di leggere, lavorare o studiare in tranquillità. I nostri smartphone sono oggetti eccezionali, l’unica accortezza è non diventarne davvero schiavi. A questo proposito forse ogni tanto dovremmo concederci un sano digital detox.

Quando leggi spegni anche la televisione che non farà altro che deconcentrati. Se desideri avere qualcosa di sottofondo scegli della musica, magari rilassante, e vedrai che al resto neppure ci penserai più.

Cerca di leggere almeno 10-20 pagine al giorno

Non sempre ti sarà possibile ma cerca di dedicare alla lettura un minimo di un’ora o due al giorno e, in questo lasso di tempo, prova a leggere almeno 10 o 20 pagine (ovviamente anche di più se riesci).

Questo suggerimento ti servirà a mantenere la costanza. Dedicando ogni giorno un po’ del tuo tempo a un buon libro, troverai persino strano non farlo e i giorni in cui proprio non potrai rivolgere la tua attenzione al romanzo che stai leggendo, ne sentirai quasi la mancanza.

Leggere ogni giorno qualche pagina, oltre a incrementare l’abitudine verso la lettura, favorirà la stimolazione della mente e se fatto prima di andare a letto, ti aiuterà a conciliare il sonno e a dormire più tranquillo.

Crea una lista di libri da leggere

Consultare le nuove uscite o, perché no, voler recuperare dei vecchi classici, ti consentirà di fare una lista dei libri che vorresti poter leggere.

Hai un’agenda? Andrà bene anche la sezione “note” del tuo cellulare. Fai una lista dei libri che ti interessano, quelli che già sai di voler leggere e quelli che scopri man mano, magari mentre sei in libreria o che trovi tra le sponsorizzazioni sui social.

Avere una lista permette di mantenere viva la curiosità e l’attenzione, quasi non vedrai l’ora di poterli acquistare e tuffarti tra le loro pagine.

Prova a fare anche il contrario, a partire dal primo dell’anno comincia a scrivere una lista di ogni libro che finisci e scopri quanti ne riesci a leggere in dodici mesi. Sia chiaro, non è una sfida ma è un trucchetto che stimola a mantenere costantemente l’abitudine.

Tu hai già preparato la tua lista di libri da leggere?

Dedica alla lettura un posto calmo e tranquillo

Ci sono individui che potrebbero leggere ovunque, persino allo stadio circondati da migliaia di persone e non risentirne affatto. Se non sei fra questi però, ti consigliamo di cercare un posticino tranquillo dove poterti dedicare al tuo libro in tutta serenità.

Potrebbe essere la tua camera da letto, il terrazzo o persino la biblioteca. La cosa importante è che sia appartato e che tu riesca a sentirti a tuo agio e senza distrazioni.

Una volta trovato il tuo luogo a te congeniale, potrai decidere se leggere nel più assoluto silenzio o mettere un sottofondo che possa stimolarti alla lettura. Sul web vi sono numerose compilation di suoni rilassanti o musiche che favoriscono la concentrazione e aiutano a mantenere l’attenzione invece che distrarre sebbene, effettivamente, possa quasi sembrare un controsenso.

Se invece fatichi a prescindere a mantenere la concentrazione, forse dovresti dare un’occhiata al nostro articolo su come migliorare la memoria e la concentrazione. Al suo interno troverai tanti spunti su come aumentare le tue capacità di attenzione!

Ragazzo che legge sulla spiaggia
Trovare il luogo ideale per leggere non è poi così difficile

Prenditi una matita per annotazioni utili

Alcuni libri sono un viaggio. Lasciano talmente tante cose impresse nella mente che sarebbe quasi un peccato non ricordarle anche da scritte.

Con una matita sottolinea le frasi che più ti sono rimaste impresse o aggiungi un tuo pensiero o un’annotazione che vuoi ricordare. Vivi il libro oltre che leggerlo.

E se non ami scrivere sui libri? Allora armati di un taccuino e fai la stessa identica cosa, magari premurandoti di segnare, di fianco alla frase da ricordare, il libro e la pagina dalla quale l’hai letta.

Talvolta i più grandi insegnamenti che potrai avere nella, e per, la vita, li troverai proprio all’interno di un libro.

Abbi il coraggio di non completare il libro che ti sta annoiando

Non tutti i libri sono adatti a te. Ce ne sono alcuni che magari, pur attirandoci inizialmente, si rivelano noiosi e privi di qualsiasi attrattiva.

Quando ti capita d’incappare in uno di questi libri non intestardirti a finirlo a tutti i costi. Non c’è nulla di male nell’interrompere qualcosa che proprio non ci sta piacendo, tanto più se si tratta di un hobby e non di qualcosa di particolarmente importante.

Noi non sappiamo se sei il genere di persona che si infastidisce nel lasciare qualcosa di incompleto ma, in questo caso, ti esortiamo a farlo. Non ti vergognare a mettere da parte un libro che non ti sta piacendo, rischieresti solo farti andare a noia la lettura in generale e cadere in quello che viene chiamato “blocco del lettore”.

Prova a portare un libro sempre con te

Hai l’abitudine di prendere i mezzi pubblici o viaggi spesso in treno? In questo caso ti consigliamo di portare sempre con te un libro, che sia quello che stai leggendo in quel periodo oppure uno al quale sei particolarmente affezionato, non importa.

Quando hai un minuto di tranquillità leggi qualche pagina o rileggi le parti che ti sono rimaste impresse. Non c’è nulla di meglio che ingannare il tempo con un buon libro.

La cosa curiosa è che, talvolta, non serve neppure leggere. Basta il pensiero di avere con sé un libro per rilassarsi e, automaticamente, sentirsi più al sicuro. La nostra mente funziona in un modo meravigliosamente curioso ed è incredibile come un semplice oggetto possa donare così tanta tranquillità.

Oppure scarica l’app kindle e leggi ovunque dal tuo smartphone

Purtroppo non sempre è possibile portare con sé un libro, soprattutto se è particolarmente ingombrante e si ha poco spazio.

La soluzione a questo piccolo problema la potrai trovare grazie al tuo smartphone con l’app Kindle. Basterà scaricarla sul tuo cellulare per avere sempre con te i tuoi libri preferiti e leggerli direttamente da lì comodamente.

Se invece non vuoi usare lo smartphone potrai acquistare direttamente un e-reader. In commercio ve ne sono moltissimi e consentono di avere una libreria molto ampia in uno spazio ridotto e leggero. È vero, per i puristi del cartaceo non sarà mai come sfogliare le pagine di un libro ma è una valida alternativa quando non si vuole rinunciare alla lettura anche in viaggio.

Uomo che legge il suo kindle in mezzo alla natura
A noi sembra non manchi nulla..

Considerazioni finali su come rendere la lettura un’abitudine

Un’iconica frase di Umberto Eco dice: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è un’immortalità all’indietro.”

In realtà, se vuoi cominciare ad avere una buona abitudine di lettura permanente, tutto ciò che ti serve è la buona volontà.

I consigli che ti abbiamo dato ti torneranno sicuramente utili e, soprattutto, ti aiuteranno a mantenere con costanza questa meravigliosa attività, ma il resto sta a te.

Pensi che questo articolo potrà tornarti utile? Noi speriamo tanto di si e nel frattempo ti lanciamo una sfida, corri ad acquistare quel libro che hai da tanto nella tua lista dei desideri e, seguendo i nostri consigli, cimentati subito nella lettura!

Chiudiamo adesso il nostro articolo consigliandotene un altro che potrebbe aiutarti ulteriormente a far diventare la lettura una costante nella tua vita, soprattutto se sei soggetto a continue distrazioni: “La tecnica del pomodoro. Cos’è? Come funziona?”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Torna su