Entrate passive cosa sono

Entrate e rendite passive: che cosa sono?


Sei interessato a creare entrate passive e a vivere di rendita? Vuoi avere un’entrata fissa mensile? Sei fortunato, hai trovato il posto giusto per capire cosa sono le entrate automatiche e quali sono le migliori del 2020.

Le entrate automatiche sono una fonte di reddito molto interessante che garantirà tantissimi vantaggi nella tua vita. Potrai avere più tempo per la tua famiglia, per dedicarti ai tuoi hobby e alle tue passioni, per viaggiare e esplorare il mondo. Per vivere una vita al massimo delle sue potenzialità. Sei pronto per conoscere come avere entrate passive automatiche?

All’interno del nostro articolo sarai in grado di conoscere alcuni esempi di entrate automatiche e capire come generare entrate passive in brevissimo tempo. Continua a leggere per informarti a 360°.

Cos’è un’entrata passiva

Dal punto di vista tecnico, una rendita passiva è il guadagno che può derivare da una proprietà in affitto o da una società in cui non sei attivamente coinvolto. Ovviamente, come tutti i guadagni che avrai, sarà soggetto a tassazione.

Per poter avere una più ampia panoramica di che cosa è un’entrata passiva è sufficiente conoscere le tre principali categorie di reddito: reddito attivo, reddito passivo e reddito finanziario. Il reddito attiva deriva essenzialmente dal tuo stipendio come lavoratore o libero professionista. Il reddito finanziario, invece, è frutto dei risultati dei tuoi investimenti in azioni, titoli, etc.

Il reddito passivo è quello che deriva da un’attività che richiede generalmente poco sforzo e il minor tempo possibile. Tra questi troverai senza ombra di dubbio i redditi provenienti dai beni immobili (gli affitti, per intenderci) oppure i dividendi delle società di cui possiedi titoli o azioni.

La lista non finisce qui, tra le entrate passive potrai trovare, ad esempio le royalties derivanti dalla vendita di libri, investimenti immobiliari, marketing di affiliazione, vendite di corsi online, guadagni da attività online.

Alla base del concetto di rendita passiva c’è il godersi la vita. Non è strettamente necessario lavorare e potrai dedicarti agli aspetti della tua vita che ritieni più importanti.

Ovviamente, non è tutto oro quello che luccica. Per poter arrivare al punto di generare entrate passive dovrai impegnarti duramente all’inizio e dedicare tutto te stesso ai tuoi progetti. Gli imprenditori, e in generale le persone che si approcciano alle entrate automatiche, vogliono raggiungere la libertà finanziaria.

Contrariamente a quanto si pensa, chi genera entrate passive non è il classico personaggio perennemente in vacanza. Chi è alla ricerca di una rendita automatica vuole esplorare nuovi territori di business senza rinunciare al proprio stile di vita.

Come Generare Entrate Passive: Un percorso passo-passo

Se vuoi creare entrate passive automatiche il primo passo da compiere è metterti in gioco e non avere paura del fallimento. Come detto, fare entrate passive non è immediato. C’è bisogno di molto impegno iniziale per poi trovare una strada in discesa.

Hai un particolare passione? Sei bravo a fare qualcosa? Bene, hai già fatto metà della strada. Il tuo obiettivo deve essere “cercare di essere utile al prossimo”. Per esserlo è necessario risolvere i problemi delle persone.

Ad esempio, se sei esperto di riparazioni computer, potresti creare un piccolo e-book in cui spieghi quali sono i problemi più diffusi e come risolverli in pochi passi. Il prossimo step è quello di trovare un “luogo” in cui la tua risorsa possa avere la sua meritata visibilità. Quale migliore soluzione di un blog dedicato?

Il blog è un ottimo strumento che può portare traffico gratuito e iniziare a ricevere visitatori interessati ai tuoi contenuti su internet. Se veramente hai svolto un buon lavoro con il tuo e-book, gli utenti che visitano il tuo sito web potrebbero iniziare a scaricarlo e a lasciare il loro contatto (nome, mail, etc.) e iniziare a conoscerti. Per poter raggiungere questo obiettivo sarà necessario inserire un piccolo pop up in cui descriverai in breve i vantaggi del tuo e-book.

Il prossimo passo è utilizzare un servizio di e-mail marketing che ti aiuterà a comunicare con loro quotidianamente. Con l’ausilio di questi software sarai in grado di proporre numerose offerte ai tuoi contatti e iniziare a vendere i servizi o prodotti che eroghi. Attento però! Gli utenti devono iniziare a fidarsi di te, conoscerti e vederti come un esperto del campo. Solo dopo saranno pronti per acquistare da te con continuità e farti generare entrate passive.

4 Esempi di Entrate Automatiche e Rendite Passive

Adesso che hai una chiara visione di qual è il significato di rendite passive, possiamo passare al livello successivo: capire quali sono le migliori e come generare entrate passive fin da subito.

Esistono molti modi di creare un’entrata automatica, tutti validi dal punto di vista del ritorno sull’investimento. “Fare soldi mentre dormi!” questo è il mantra principale di chi vuole creare entrate passive.

Nelle prossime righe scoprirai le migliori idee per creare entrate automatiche che abbiamo raccolto e condiviso con te. Ecco alcuni esempi che puoi applicare a partire da oggi.

Creare Entrate Automatiche: L’affiliazione

Il mondo delle affiliazioni e, ad oggi, uno degli strumenti più efficaci per generare entrate passive. Il tuo compito è semplice: dovrai impegnarti nella ricerca, trovare un prodotto che possa essere altamente appetibile e iniziare a venderlo. Come fare?

Ci sono tantissime piattaforme di affiliazione sparse per il web che consentono di effettuare questo tipo di attività. Oppure potrai utilizzare come strumento il tuo sito web (un blog potrebbe andar bene) e scrivere articoli inerenti all’argomento che hai scelto. Per ogni vendita del prodotto individuato riceverai una commissione come guadagno.

Ad esempio, se il tuo obiettivo fosse quello di vendere un corso online di qualche formatore famoso, potresti pensare bene di scrivere una recensione e linkare al corso per l’acquisto diretto. Controlla prima che qualunque prodotto tu voglia vendere, abbia un programma di affiliazione disponibile.

Rendite Passive Sicure: Investimenti in azioni

Come anticipato nelle righe iniziali dell’articolo, investire è una buona idea per avere entrate passive. Investire in un’azienda è una delle alternative più antiche a tua disposizione. Potresti pensare di comprare azioni delle più importanti società e ricevere cospicui dividendi.

Ma l’investimento, in quanto tale, è rischioso e non sempre va a buon fine. Per questo motivo, prima di procedere con le tue operazioni finanziarie, fai tutte le ricerche del caso. Valuta qual è la situazione in cui versa l’azienda interessata e scegli se investire o meno.

Sul web sono tantissime le piattaforme che offrono servizi di trading online che semplificano le operazioni di investimento. Valuta bene di utilizzarne qualcuna e iniziare ad investire in azioni e generare entrate passive.

Rendite passive e investimento in immobili: Quale collegamento?

Un’altra alternativa a tua disposizione per avere un’entrata fissa mensile è l’investimento in immobili.

Partiamo con il dire che la modalità per creare rendite passive è l’affitto. Se sei proprietario di un’abitazione, sarà sufficiente affittarla a qualcuno e iniziare ad avere entrate automatiche. Tuttavia, questa modalità potrebbe essere dispendiosa dal punto di vista del tempo.

È frequente che gli inquilini possano avere problemi di ogni tipo e bloccarti in noiose perdite di tempo. E il nostro obiettivo, invece, è quello di avere più momenti per goderti la vita!

Puoi scavalcare questo problema in modo molto semplice. Infatti, sarà molto facile per te trovare qualcuno che al posto tuo si occupi di tutti questi imprevisti. Il costo? Il 10% del canone d’affitto dovrebbe bastare.

 

Migliori Rendite Passive: Prova con i corsi online

Hai apprezzato il nostro consiglio sull’e-book? Puoi fare lo stesso con un corso online. Creare un prodotto digitale è un’ottima idea per avere un’entrata fissa mensile.

Tutti noi siamo esperti di qualcosa e se ancora non lo fossimo, ci basterebbe poco per specializzarci un determinato argomento. Esistono diversi modi per creare un corso online e diffonderlo nel web. Alcune piattaforme come Udemy sono un’ottima alternativa e soprattutto garantiscono visibilità gratuita.

All’interno del tuo corso online potrai inserire le tue lezioni, e-book, risorse utili a spiegare il tuo argomento al meglio. Scegli quale politica di prezzi adottare. Tieni a mente che un prezzo elevato potrebbe garantire un volume di vendite basso; un prezzo basso, volumi elevati. In verità non sempre è così, prova a creare dei pacchetti con prezzi diversi e monitora l’andamento delle vendite.

Generare entrate passive: Le nostre conclusioni

Se sei arrivato fino qui, vuol dire che sei veramente interessato a generare rendite passive e ad avere un’entrata fissa mensile. Per riuscirci, le strade sono molteplici e tutte percorribili a patto che il tuo impegno iniziale sia adeguato agli obiettivi che vuoi raggiungere.

 

Generare entrate passive è un percorso arduo ma allo stesso tempo appagante. Molti pensano che chi ha rendite automatiche passi la maggior parte del proprio tempo sdraiato in una spiaggia. La verità è un’altra. Con questo modello di business dovrai impegnarti ugualmente, ma le tue soddisfazioni saranno enormemente maggiori di qualsiasi altro lavoro che farai.

 

Cosa ne pensi delle entrate passive? Hai già pensato a quale provare per iniziare a produrre le tue rendite automatiche?

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Torna su