Come superare un tradimento

Come superare un tradimento e tornare insieme


Come si può superare un tradimento? Scegliere di perdonare il partner può essere difficile. Una volta che si decide di salvare la coppia, ecco che deve esserci una nuova “consapevolezza” dell’unione. In caso si è deciso di non perdonare, si intraprendono una serie di nuove emozioni che possono essere realmente logoranti.

La vita di coppia non è semplice e quando poi si viene a sapere di essere stati traditi, diventa molto difficile riuscire a fidarsi nuovamente del proprio partner. In questo caso si profilano due scelte, vale a dire:

  • Perdonare
  • Porre fine alla relazione

Oltre a questo “carico da 100” da portare sul cuore, si sviluppa una forte diffidenza verso l’amore in ogni suo aspetto. Si diventa diffidenti verso tutto e tutti, ci si convince di non essere assolutamente degni di essere amati, si compromette anche la nostra autostima che si annulla.

Uno degli “stadi” degenerativi assillanti, dove tutti diventiamo vittime, è quello di prendersi la colpa del tradimento. Sottolineiamo che una coppia ha dei doveri verso l’altro che si riassumono con il termine “rispetto” e l’infedeltà è un mostro dai 1000 volti che riesce a divorare, triturare, separare e distruggere l’amore di coppia, per quanto salda essa sia. Magari il partner ha tradito perché si è sentito trascurato, perché non si sente capito oppure anche perché si sta attraversando un problema di mancanza di “comprensione” tra i due.

Ciò nonostante l’infedeltà non è da scusare! Il partner tradito è ferito e il partner traditore avverte molti sensi di colpa.

Come superare un tradimento? Iniziare a piccoli passi è la scelta migliore.

Delusione, il primo stadio

La forte delusione è il primo stadio. Nei giorni seguenti alla rottura si profila il pensiero costante dei bei momenti passati insieme, dei tanti sacrifici che hanno unito le scelte di coppia, i sorrisi e puntualmente l’episodio di infedeltà.

Una reazione ad effetto domino che si completa sempre con: infedeltà, tradimento, infedeltà e tradimento! A questo si aggiungono le domande senza risposte e se ci sono, esse non sono appaganti.

Inoltre, sentire la frase: Ti ho tradito, ma è stata colpa tua! Oltre ad essere una affermazione scioccante, scatena anche una forte insicurezza e spesso ci si incolpa di quello che è successo, nonostante si è i soggetti traditi. Mai incolparsi, ma imparare questo sì!

Il senso di svuotamento, di inadeguatezza e di mancanza di autostima, saranno le sensazioni più forti che si aggrappano al cuore, con una pesantezza da far mancare il respiro. A questo punto, fare dei profondi respiri e una buona passeggiata, aiuta a rilassarsi e a pensare a come reagire.

Si deve assorbire il senso di delusione. Ci saranno delle sensazioni contrastanti, dei forti malesseri e spesso crisi di pianto. Non ascoltare chi dice che non si deve piangere, anzi sfogarsi piangendo è la reazione naturale del nostro corpo, della nostra mente e del nostro cuore.

Ora dovresti però cercare di assorbire e imparare da questa esperienza. Questo è un passo importante che permette di fare una “lista” dei pro e dei contro della relazione passata. Ciò permette anche di capire quali sono stati i cambiamenti caratteriali e emozionali che si sono avuti nel corso del tempo della relazione.

Capita a tutti, specialmente dopo un tradimento, di capire che si è totalmente cambiati per accontentare il partner. Ritrovarsi vuol dire che hai assorbito la delusione del tradimento.

Colpi di ritorno, cosa sono e perché non farli

Cosa sono i colpi di ritorno? Una volta che hai subito una infedeltà, scatta la ricerca della vendetta.

Vorresti far provare al partner il senso di dolore, sgomento e di vuoto, che esso ti ha procurato anche se non te lo meritavi.

La vendetta si scatena anche perché ci si domanda come mai, la persona che ci ha detto di amarci, alla fine ci ha tradito, ce lo meritavamo? Nessuno si merita di essere vittima di una infedeltà, ma è proprio perché non si riesce a capire cosa sia successo che si vuole vendetta.

La rabbia che sale è assolutamente incontrollabile. La prima cosa che si fa è quella di sparlare del nostro partner con chiunque. Già questa è una azione che “ritorna”. Infatti, gli amici che verranno tirati in ballo, si troveranno a fare una scelta tra noi e l’ex partner. Non solo, molti amici ci potrebbero giudicare e quindi decidere di isolarci. A questo punto, la vendetta che desideravamo tanto, colpisce noi stessi.

Avere un comportamento civile è la scelta migliore, anche se difficile. Prendi uno scatolone e liberati di tutto quello che appartiene all’ex. Lascialo ad un amico comune, senza dire o palesare il tuo malessere, e guardalo andare via.

Vuoi una vendetta perfetta? Allora devi continuare il corso della tua vita, non palesare il tuo malessere, non piangere con persone di cui non ti fidi, fingi che questa persona non ti abbia ferito. Nonostante questa persona ha rappresentato un partner che pensavi fosse degno di camminare al tuo fianco, ma così non si è rivelato, è ora che continui a camminare da solo.

L’occasione che hai regalato, cioè quella di poterti amare ed essere riamato o riamata, ormai non esiste più. Questa è l’unica vendetta ideale di ogni soggetto tradito!

La sfiducia diventa ossessione

L’infedeltà porta ad avere sempre sfiducia negli altri, nei nuovi amori, in quelli passati e anche verso gli amici, ma in molti casi diventa ossessione.

Solitamente, la rabbia e la ricerca di vendetta, passano attraverso una sorta di “investigazione” di tutti gli indizi che avrebbero dovuto palesare il tradimento. Trascorrere ore e ore sul profilo Facebook o Instagram dell’ex non è sano, perché potremmo vedere che lui o lei sta continuando la sua vita nonostante ci abbia ferito. Il rancore aumenta e quindi anche l’autostima cola a picco insieme a quello che ci rimane del nostro amor proprio.

Chiedere continuamente agli amici comuni dell’ex, di quello che sta facendo, se sta frequentando altre persone e via dicendo, è la situazione analoga a quella dell’indagine su internet. Non farlo!

Infine, ridere delle sventure del partner è un’arma a doppio taglio perché si potrebbe voler  soccorrere la persona che ci ha ferito oppure cercare ancora altre informazioni sulle sue sventure per sentirci bene. Si nota che è un comportamento che diventa “dipendente”, cioè non viviamo più delle nostre emozioni e della nostra vita, ma andiamo a star bene sulle sventure di un ex.

Un altro volto dell’ossessione è quello di cercare di continuare a incontrare il partner, come a dimostrare che lui o lei non sa cosa si sia perso quando vi ha tradito. Si tratta di un comportamento che segue poi quello della vendetta o della rabbia.

Si, sei sfiduciato! Il tradimento è stato doloroso! L’infedeltà è un comportamento incomprensibile! A questo punto devi solo renderti conto che devi preoccuparti di te stesso. Cerca di fare nuove attività, altre conoscenze e di iniziare a fidarti degli altri un passettino alla volta.

Un paragone molto semplice che fa capire cosa capita nell’anima di ogni uno di noi quando viene tradito, è quello di un cane abbandonato. L’animale ci mette del tempo a fidarsi nuovamente di qualcuno, ma quando poi l’amore torna, ecco che tutto il male che ci è stato fatto, è solo un inciampo lungo il nostro cammino.

Superare una delusione d’amore

A questo punto sei pronti per iniziare proprio a superare una delusione d’amore in modo da dire: “Basta!”

  • Punto primo: Esci di casa!

Il senso di vergogna, che si prova dopo che si è scoperto un tradimento, è una reazione abbastanza comune. Oltre a convivere con la consapevolezza di quello che è accaduto, si ha anche il timore che gli altri ci giudichino oppure, con grande orrore, che ci chiedano cosa sia successo. Una condizione che ci porta ad isolarci. Uscire di casa aiuta la mente a distrarsi e fa bene, meglio iniziare a uscire a confrontarsi con gli altri.

  • Punto secondo: Nuovi hobby!

La mente non deve focalizzarsi su eventi passati e questo vuol dire fare cose nuove. La cosa migliore è tenerti impegnato! Iscriversi in palestra, oltre a regalarci la possibilità di tenerci in forma, ci aiuta a fare nuove conoscenze e scarica anche il nostro nervosismo. Fare dei lavoretti domestici, occuparsi del giardino, dipingere o provare a fare qualcosa di nuovo, sono tutte attività che ci arricchiscono e che ci aiutano a riprenderci la nostra vita.

  • Punto terzo: Non cercare comprensione!

Hai letto bene! Non devi cercare comprensione o anche solo pietà. In questo momento hai trovato la forza di reagire, ma basta molto poco per rimpiombare nel baratro della ricerca di vendetta o della depressione. Gli amici cercheranno di darti il loro sostegno, ma in modo errato, vale a dire facendoti ricordare i momenti di coppia passati e cercando un colpevole. Sii furbo! Distogli il discorso e se è necessario di’ semplicemente: non ne voglio parlare! Ricorda che ci vuole coraggio per proteggere sé stessi.

  • Punto quarto: Nessun “nuovo amore” di comodo!

Dopo una infedeltà si è particolarmente fragili e possiamo andare alla ricerca del famoso chiodo schiaccia chiodo. Si prova quindi a dimenticare il proprio partner con un nuovo conoscente o magari anche con una persona amica da molto tempo. Generalmente queste situazioni non portano mai a nulla di buono, generano anzi relazioni più instabili di quelle da cui si è appena usciti. L’ideale sarebbe affrontare il dolore e la fine della relazione per conto proprio, riabituarsi a stare da soli per tornare ad essere di nuovo padroni di se stessi, evitando facili relazioni sessuali che non porterebbero da nessuna parte.

A questo punto: o perdoni o condanni

Una delusione di amore prima o poi passa, per alcuni ci vuole qualche mese e per altri ci vogliono degli anni, ma alla fine giunge la fatidica domanda: il tradimento lo riesci a perdonare oppure lo condanni?

Se dopo tutto il dolore che hai assorbito te la senti di perdonare l’infedeltà del partner per recuperare la relazione, allora dovete lavorare insieme. Non pensare che una cosa rotta si può “riparare” perché non è così. Ora devi instaurare un nuovo rapporto e questo vuol dire rinnamorarsi del partner, parlare del tradimento e gettarlo alle spalle.

Se non riesci a perdonare, anche se ormai tale delusione è un ricordo lontano, non devi sentirti una brutta persona, ma semplicemente un soggetto ferito che deve, sottolineiamo deve, tornare ad avere fiducia nell’amore.

Rinasci come l’araba fenice

Un proverbio africano recita: “Come puoi attraversare la tempesta e uscirne senza aver imparato a camminarvi dentro? Il cieco si perde, lo stolto vi muore e il saggio sa che ne uscirà diverso da come vi è entrato.”

L’amore è proprio questo! Nonostante possa essere una sensazione bellissima, che ci rende felici, non è un giorno di Sole. L’amore è una tempesta, alle volte ci regala momenti indimenticabili e altre volte ci fa paura. E’ in questo momento che si deve prendere la decisione se rimanere da soli, temendo di essere feriti, oppure se rischiare il tutto per tutto.

Nessuno di noi vuol essere colpito da una esperienza di infedeltà, ma quando capita, si sta male e si supera. Un errore che molti individui commettono è pensare che solo il tradimento sessuale sia da condannare, ma ci sono anche altre tipologie di tradimento, come non avere mai un appoggio su cui contare, i propri bisogni passano sempre in secondo piano, non essere valorizzati e mille altri piccoli modi perversi che fanno male.

Solo quando finalmente sarai pronto a confrontarti con l’episodio di infedeltà, andrai avanti. Non lo devi capire, ma solo accettare, solo allora potrai rinascere come l’araba fenice.

Dal passato si impara e non si rimane vittime

Dopo mesi dalla scoperta del tradimento stai uscendo, ti diverti con gli amici e non pensi più o quasi più, al tuo ex? Benone, ma non pensare che sia finita qua. Ci sono ancora delle cose irrisolte. I momenti di “benessere” psicologico ed emozionale che stai vivendo sono solo un palliativo.

Potrebbe bastare un incontro “casuale” con il tuo ex per farti tornare nel baratro. Una semplice informazione, non richiesta, che lui o lei sta frequentando altre persone, potrebbe farti notare che qualcosa non va e che non hai superato la delusione del tradimento.

Per mettere un punto affermativo su questa situazione, cerca di capire cosa hai imparato. Se le risposte sono:

  • Non fidarsi di nessuno
  • Tradire per primi
  • Vendicarsi è la cosa migliore
  • Non innamorarsi mai più

Sei ancora in pieno travaglio emozionale.

La risposta giusta è unica e non può essere diversa: “Sono contento di quello che è successo perché so quali sono le mie forze e perché so di quanto amore posso dare!

Hai compreso l’importanza di questa frase? Allora complimenti hai superato e sei sopravvissuto ad un tradimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Torna su